Menu

Seguici sui nostri canali social

Facebook Twitter Google+ Instagram
Luna crescente

venerdì, 22 settembre 2017

Grande Fratello
Trionfa
la campagna Vince Mirco, il contadino dal cuore verde

Mirco al lavoro nell'orto del GF
Nella foto: Mirco al lavoro nell'orto del GF

Paillette e lustrini non hanno potuto fare nulla contro il fascino della semplicità. Mirco Petrilli trionfa al Grande Fratello e, con lui, i valori della campagna. Tra due dame -Chicca e Modestina- il vincitore di quest'anno ha sbaragliato la concorrenza ed è riuscito a portare a casa il bottino di 250 mila euro, che forse impiegherà per implementare la sua attività agricola.

Nel video di presentazione che ogni concorrente realizza entrando nella casa, Mirco aveva detto: "Ogni contadino è diverso dall'altro, sono un contadino un po' filosofo e un po' artista. Come fai a non amare un pomodoro? Se trovo una ragazza al 10% come mia madre, me la sposo".

Una dichiarazione che corrisponde alla sua carta di identità: amante della terra, forte sostenitore della famiglia in quanto istituzione e, come molti della sua età, in cerca di un amore. Strenuo corteggiatore quasi fino alla fine di Modestina (solamente nelle ultime puntate è venuto fuori che fosse fidanzata), Petrilli torna a casa senza donna ma con la vittoria in pugno.

Un Dante improvvisato che faceva fatica a ricordare i primi versi della Divina Commedia, ha invece dimostrato di conoscere tutti i segreti della terra. "La pianta che non cresce bene cresce piccola" diceva annaffiando le lattughe in vaso nella casa più spiata d'Italia. Parlava di acqua ramata e di prodotto contro il ragno rosso mentre per i pomodori spiegava agli altri inquilini: "servono le canne, altrimenti si piegano e si spezzano".

Attenzione! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie per alcune delle sue funzionalità
Controlla i nostri Termini di utilizzo e privacy per maggiori informazioni.