Menu

Seguici sui nostri canali social

Facebook Twitter Google+ Instagram
Luna crescente

venerdì, 22 settembre 2017

Su monte Catalfano con Oros e Riportiamo alla Luce Gli allievi del corso base di escursionismo AIGAE hanno scoperto "sulla carta" la riserva di Bagheria

Su monte Catalfano con Oros e Riportiamo alla Luce

Un’alchimia sensibile di storie e sensazioni viene fuori tutte le volte che persone di mondi differenti si incontrano nella Natura per condividere l’amore per la Terra. E così è stato domenica scorsa alla Riserva di Monte Catalfano a Bagheria in provincia di Palermo, in occasione di un’escursione prevista nell’ambito del corso base di Escursionismo dell’AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche).

Primi passi sulle carteMonte Catalfano è una vera e propria oasi di bellezza di duecentosessanta ettari a pochi chilometri da Bagheria dove poter trascorrere qualche ora di relax, godendo un panorama eccezionale (salendo in cima a Cozzo San Pietro la vista si allunga fino a Mondello e capo Gallo a Ovest con davanti Ustica, mentre seguendo i sentieri fino al punto più alto di monte Catalfano, l’occhio a Est può arrivare da Capo Zafferano fino a Torre Normanna, Mongerbino e Cefalù, ma anche le Eolie). Il parco (che alla fine del 2008 è stato riqualificato con interventi di rinaturazione e sentieristica orientata) si estende lungo il complesso montuoso che comprende, da ovest ad est, il Monte d'Aspra (Monte Irice, Cozzo San Pietro e Cozzo Tondo), Monte Catalfano (Monte Catalfano e Cavallo di Mezzo) e Monte Città, sede dell’antica città punica di Solunto.

Gli allievi del CBE a monte CatalfanoUn’esperienza significativa e divertente quella a monte Catalfano che ha riunito i partecipanti al corso base di Escursionismo (CBE) organizzato dalle Associazioni “Oros” e “Riportiamo alla Luce”, tenuto da Adriano Madonia e Claudio Scaletta, guide ambientali escursionistiche e istruttori corsi base AIGAE, con Il Patrocinio della Commissione Formazione e Aggiornamento dell’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche. L’escursione di domenica 6 marzo in particolare ha avuto come protagonista la mappa dei sentieri della Riserva, nell’intento di fornire ai partecipanti le istruzioni per comprendere i principi base della cartografia. Un argomento importante che sarà al centro delle lezioni e delle escursioni sul campo previste dal corso.

In ogni passeggiata nella natura l’uomo riceve molto di più di ciò che cerca (John Muir) e non ci sono parole più adatte per raccontare i bei momenti trascorsi insieme a monte Catalfano: tutti hanno potuto conoscere di più di ognuno godendo delle splendide sensazioni regalate dal paesaggio circostante. Risate, battute, storie di vita di ognuno, spuntini e conoscenze condivise snocciolate durante una passeggiata di otto chilometri alla scoperta di un piccolo polmone verde proprio alle porte del capoluogo siciliano.

In cima a monte CatalfanoI corsi dell’AIGAE si svolgono in tutta Italia e vengono organizzati e tenuti da soci AIGAE che hanno ottenuto la qualifica di Istruttori. In particolare il corso di escursionismo di base, oltre al valore intrinseco, da la possibilità di muoversi in autonomia e sicurezza in ambiente naturale. Oltretutto il diploma conferito (al superamento degli esami) è valido come credito formativo e titolo di precedenza per accedere ai corsi di formazione professionale patrocinati dalla AIGAE per diventare Guida Ambientale Escursionistica nelle diverse regioni italiane. Il corso è rivolto a tutti coloro che amano la montagna e l’ambiente naturale e, soprattutto svolgono attività outdoor come l’escursionismo e il trekking.

Chi volesse sapere di più dei corsi organizzati dalle associazioni OROS E RIPORTIAMO ALLA LUCE, può consultare la pagina Facebook dell'evento qui

Junio Tumbarello

Direttore responsabile

La chiave della felicità risiede in un giardino. Con Vivaitaliani sto cercando di conciliare la mia esperienza nel campo della Rete e dei contenuti con la mia passione per la Terra. "Un uomo, d'altronde, ha bisogno di aria, di mare, di vento e di sole" mi ha detto un tizio conosciuto sul Cammino di Santiago che prima lavorava triste tra le quattro mura di un ufficio e ora è il guardia-parco più felice di Spagna. Mi piacerebbe seguire il suo esempio, d'altronde sono un giornalista professionista che ha sempre voluto fare il giardiniere. Ogni giorno mi dedico al mio orto biologico, ad un piccolo pollaio, ai miei due fedeli labrador, Puck e Othello, e a cinque fantagatti nella regal contea di Fantabosco.

Sito web: about.me/miocarobru

Attenzione! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie per alcune delle sue funzionalità
Controlla i nostri Termini di utilizzo e privacy per maggiori informazioni.