Menu

Seguici sui nostri canali social

Facebook Twitter Google+ Instagram
Luna calante

martedì, 12 dicembre 2017

Patate? Da raccogliere con... spirito È tempo di pensare al tubero dei tuberi

Non avete mai provato a mangiare le patate con la buccia, che aspettate?
Nella foto: Non avete mai provato a mangiare le patate con la buccia, che aspettate? Crediti: Vivaitaliani.it

Non sappiamo se le avete piantate, ma se lo avete fatto è arrivato il vostro momento. Per l'orticoltore è uno degli eventi più emozionanti che si affrontano durante il corso dell'anno. E questo perché è come veder nascere una pianta in tempo reale ed allo stesso tempo vederla fruttificare. Una gioia per lo spirito ed il palato: è la raccolta delle patate.

Quella fatta a mano, in orti per lo più familiari, è certamente faticosa (costringe a stare con la schiena piegata e fa stancare la terra che diventa più dura con il caldo). Ma l'opera è ripagata dal raccolto.

Estirperete le piante andate a fiore o quasi secche e, aiutantovi con una zappetta, inizierete a scavare a destra e a sinistra del fusto. È lì che, nei due o tre mesi precedenti, saranno cresciute le vostre patate.

Scaverete la terra e le vedrete affiorare come pepite d'oro. Abbandonerete all'ra l'attrezzo metallico e vi aiuterete con le mani, per non rovinarle. Le accarezzerete, quasi, ripulendole dalla terra e le riporrete in un cesto di vimini possibilmente.

Ancora una e poi un'altra. Così, lungo tutto il filare. Per evitare che rigermoglino precocemente lasciatele al buio ed in un luogo asciutto. Le primissime raccolte, però, friggetele o bollitele subito, con tutta la buccia. Il vostro tubero vi farà tornare il sorriso dopo la smorfia della fatica.

Dario La Rosa

Giornalista e Ortista

Giornalista, scrittore, musicista, regista, studente, subacqueo, viaggiatore, culturista, musicista, amante, lettore, pittore, fotografo, meccanico, cuoco, bevitore e grande mangiatore, camminatore, scopritore, arrampicatore, sciatore e tanto altro ancora che finisce in ore… è nato nel 1980. Vive e ama Palermo, lavora sodo e si diverte come può.
È direttore responsabile di Siciliaweekend, un giornale online che racconta l'Isola con l'intento di svelarne segreti e angoli da far scoprire in un week.

Sito web: www.siciliaweekend.info

Attenzione! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie per alcune delle sue funzionalità
Controlla i nostri Termini di utilizzo e privacy per maggiori informazioni.