Menu

Seguici sui nostri canali social

Facebook Twitter Google+ Instagram
Luna nuova

giovedì, 22 giugno 2017

I frutti dell'orto di maggio Semine e coltivazioni del mese che apre il sipario all'estate

A maggio l'orto riserva grandi soddisfazioni
Nella foto: A maggio l'orto riserva grandi soddisfazioni Crediti: Fabio Rendinelli

Aprile fa il fiore e maggio dà il colore. Il mese appena cominciato è, infatti, un periodo magnifico per stare nell’orto. Non solo perché si seminano le varietà di ortaggi che mangeremo in estate ma per il bello di assistere al risveglio vigoroso della natura che, anche se ha cominciato ad aprile, è da ora in poi che raggiunge il suo massimo rigoglio.

Nel video: Ortiloquiando:dell'orto e delle sue declinazioni Crediti: Anacleto Brontolucci

In questo periodo l’orto sta davvero sbocciando e possiamo sentirci soddisfatti delle fatiche e del tempo passato a vangare il terreno o a potare alberi alti e robusti. Se siamo stati un po’ pigri, c’è ancora del tempo per dissodare e concimare a dovere il nostro piccolo spazio verde. Dopodiché dobbiamo pensare alla semina. È necessario, soprattutto per gli orti in piena terra, predisporre opportune trappole a difesa da lumache e limacce - se non lo sapete, sono i molluschi privi di conchiglia - Queste ultime, infatti, possono essere molto dannose per la vegetazione giovane. Contro i parassiti come questi, o come afidi, cavolaia, dorifora, oidio e perinospora, possono essere utili dei macerati a base di ortica, che fungono anche da ottimo fertilizzante. Oppure recatevi al garden center più vicino e acquistate un antiparassitario a bassa carenza (poco nocivo ma anche poco resistente all’acqua).

I cavolini di BruxellesI cavolini di Bruxelles vanno messi, a partire dalla prima metà di maggio, nel semenzaio. Quando le piantine, dopo cinque settimane, saranno diventate grandi, sono pronte per essere trasferite nell’orto. L’indivia estiva si semina tra maggio e giugno; mentre quella invernale ai primi di luglio. A metà maggio si semina anche il cetriolo, come il White Wonder. Creata negli States nel 1893, questa varietà bianca di Cetriolo ha una polpa soda e facilmente digeribile. I fratelli Ingegnoli ne vendono i semi. Ricordatevi di lasciarli in ammollo almeno 24 ore prima della semina e che queste cucurbitacee sono assetate di sole... almeno 6 ore al giorno. È ricco di vitamina C, sali minerali e aminoacidi e contiene poche calorie perché ha molta acqua. Il che ci obbliga ad annaffiarlo spesso.

Grazie al sole e alle temperature più elevate, le nostre verdure crescono sempre di più. Purtroppo, però, oltre agli ortaggi, crescono altrettanto velocemente (anzi di più) anche le amiche erbe infestanti. Se non avete pacciamato, dovrete sbarazzarvene usando la zappa o, se non c’è sufficiente spazio tra le file di ortaggi o se le piantine sono troppo piccole e delicate, usando le mani. Sapete che l’aceto è un buon diserbante naturale? Può essere utilizzato mescolandolo con un po’ d’acqua e sale in queste proporzioni: venti per cento d’aceto, quaranta per cento d’acqua e quaranta per cento di sale. Potete ottenere buoni risultati versando il composto sulle zone colpite dalle infestanti, ma fatelo solamente se siete sicuri di non toccare gli ortaggi.

Se volete seguire il calendario lunare, in questo mese, in luna calante potete seminare all’aperto carote, cavolfiore, cavolo, indivia, bietola, barbabietola, lattuga, radicchio, porro, rapa, ravanello, spinacio, sedano. In luna crescente, invece, seminate basilico, cardo, melone, fagiolini, cetriolo, fagioli, piselli, pomodoro, zucca, prezzemolo. Ma quali sono le specie da seminare? Zucchine, melanzane, peperoni, peperoncini, pomodori, angurie, meloni, mirtilli, basilico, prezzemolo, asparagi, barbabietola, bietola da coste, broccoli, cardi, carote, cavoli, cavolo cappuccio, cavolfiore precoce, cetrioli, fagioli, fagiolini, indivia, lattuga, lattughino da taglio, piselli, porri, rucola, scarola, sedano, zucca. Cavolfiori, cavoli e verze vanno seminati in semenzaio, tenendoli ben riparati dal sole troppo diretto. Anche peperoni e zucchine, sia quelle classiche che quelle tonde, possono essere seminati in semenzaio. Per le specie già seminate in precedenza in semenzaio, invece, si può procedere al trapianto in piena terra, prendendoli con il pane di terra. Si potranno seminare anche tuberi come patate, sedano, topinambur, anche in balcone se si hanno a disposizione grandi vasi.

 

Junio Tumbarello

Direttore responsabile

La chiave della felicità risiede in un giardino. Con Vivaitaliani sto cercando di conciliare la mia esperienza nel campo della Rete e dei contenuti con la mia passione per la Terra. "Un uomo, d'altronde, ha bisogno di aria, di mare, di vento e di sole" mi ha detto un tizio conosciuto sul Cammino di Santiago che prima lavorava triste tra le quattro mura di un ufficio e ora è il guardia-parco più felice di Spagna. Mi piacerebbe seguire il suo esempio, d'altronde sono un giornalista professionista che ha sempre voluto fare il giardiniere. Ogni giorno mi dedico al mio orto biologico, ad un piccolo pollaio, ai miei due fedeli labrador, Puck e Othello, e a cinque fantagatti nella regal contea di Fantabosco.

Sito web: about.me/miocarobru

Attenzione! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie per alcune delle sue funzionalità
Controlla i nostri Termini di utilizzo e privacy per maggiori informazioni.