Menu

Seguici sui nostri canali social

Facebook Twitter Google+ Instagram
Gibbosa crescente

sabato, 26 maggio 2018

  • Scritto da  Junio Tumbarello
  • Letto 3683 volte
  • Stampa
  • Email

Orto-giardino fai da te, istruzioni per l’uso

Orto-giardino fai da te, istruzioni per l’uso

Solo chi ha assaggiato un Ciliegino coltivato con le proprie mani può capire la differenza con i pomodori del supermercato. Gli altri, quelli che la terra non l’hanno mai toccata, vi diranno che siete dei pazzi. Che è una perdita di tempo. Che è assurdo impiegare tempo, denaro ed energie per vedere crescere qualche sparuto ortaggio con tanta fatica. Ma la realtà è un’altra… Di fronte a tanti pragmatici e scettici scansafatiche che non amano l’agricoltura fai da te, sono sempre di più gli ortisti e i cultori del gardening home-made. Le statistiche dicono che nelle città italiane è sempre più diffusa la pratica di dedicare un angolo di terrazzo alla coltivazione di fiori e piante.

FOR DUMMIES Certo molte persone, pur se spinte da buone intenzioni, non conoscono i principi basilari per la realizzazione di un orto o di un piccolo spazio dove dedicarsi alla coltivazione di aromatiche e fiori per abbellire la casa. Senza contare che esiste anche la categoria dei negati, quelli che nei paesi anglosassoni vengono definiti “dummies", che non saprebbero proprio da che parte cominciare. Ma non bisogna perdersi d’animo perché con poche semplici indicazioni si possono ottenere in breve tempo dei risultati significativi. Per esempio, chi ha già delle piante fiorite sul proprio balcone può creare una nuova armonia tra piante fiorite e ortaggi in vaso, ponendo questi ultimi a ridosso dei muri. Le varietà adatte al balcone sono quelle che, una volta sviluppate, non superano l’altezza di mezzo metro o le specie che producono ortaggi di piccole dimensione come il pomodoro ciliegino, ma anche alcune varietà di peperoni o melanzane.

ISTRUZIONI PER L'USO Ma cosa ci vuole per rendere concreta la propria voglia green? Innanzitutto dei vasi, il terriccio, le palline di argilla e i sementi delle piante che si vogliono coltivare. Il passo successivo è riempire i vasi di terra fertile per orto, dopo aver ricoperto il fondo del vaso con delle palline di argilla. I vasi vanno disposti secondo il sole che si ha a disposizione: alcune piante, infatti, crescono meglio se assorbono una maggior quantità di raggi solari. L’innaffiamento, altro punto fondamentale, deve essere regolare ed effettuato nel momento opportuno. Non dimenticate che ogni pianta deve essere collocata in un vaso in terracotta di trenta centimentri. Quindi se le piantine da mettere in fila sono tre, la fioriera deve essere lunga almeno sessanta centimetri. Le giovani piantine sono fragili, per farle crescere corrette meglio sostenerle con piccoli bastoncini o canne di bambù. Non solo la piantina, anche la terra va nutrita, utilizzando concimi naturali quali la cenere di legna, l’acqua di cottura delle verdure fredda oppure i fondi del caffè.

Per iniziare e impratichirsi, il suggerimento è quello di orientarsi verso le piante aromatiche: le principali sono il rosmarino, il prezzemolo, il basilico, la salvia e la maggiorana. Si tratta di piante poco impegnative, che amano il sole diretto ma solo per metà giornata

PER ROMPERE IL GHIACCIO Per iniziare e impratichirsi, il suggerimento è quello di orientarsi verso le piante aromatiche: le principali sono il rosmarino, il prezzemolo, il basilico, la salvia e la maggiorana. Si tratta di piante poco impegnative, che amano il sole diretto ma solo per metà giornata, inoltre si acquistano già cresciute e devono essere trapiantate in vasi di terracotta di massimo ventincinque centimetri di diametro. Sono poco assetate, basta una dose settimanale d’acqua, due per il basilico. Un tentativo si può provare anche con la fragola di bosco: è un pianta perenne che fiorisce più volte l’anno e trasforma i suoi piccoli fiori gialli dal centro bianco in frutti. Una volta che la pianta avrà fatto la sua gettata di fiori, il terreno di coltivazione va mantenuto fresco ma non umido. Nota importante: i frutti si possono staccare solo in fase di avanzata maturazione, quando le fragole assumono un colore rosso intenso.

CUORE FERTILE Ma per chi è proprio negato ma non vuole rinunciare al proprio piccolo spazio verde esiste il kit per coltivare le piantine che renderà tutto più facile. Fertile earth, una società americana specializzata in produzione di sistemi di irrigazione e alimentazione delle piante, ha recentemente realizzato “Simple Garden”, un kit per il giardinaggio interno ed esterno, adatto anche a chi non è pratico di questo hobby, magari perché è alla prima esperienza. Le confezioni contengono già tutto il necessario: una miscela di terra, pacchetti di sementi, il bastone di sostegno per le piante, una guida introduttiva; l’unica cosa che resta da aggiungere è l’acqua. Esistono poi anche alcuni accessori supplementari, come “Waterstick”, uno speciale sensore che inserito nel terreno indica se alla pianta occorrono acqua o luce, oppure “Litestick”, una lampada con tecnologia a LED che fornisce la giusta illuminazione, utile nel caso in cui quella naturale non fosse sufficiente. L’impresa di design Rocketship, inoltre, ha collaborato con Fertile earth affinché i contenitori stessi avessero delle particolari caratteristiche, in grado di migliorare ad esempio la circolazione dell’aria e l’assorbimento di acqua, facilitando così la crescita delle piante.

Attenzione! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie per alcune delle sue funzionalità
Controlla i nostri Termini di utilizzo e privacy per maggiori informazioni.