Menu

Seguici sui nostri canali social

Facebook Twitter Google+ Instagram
Luna nuova

domenica, 20 agosto 2017

  • Scritto da  Sara Capotondi
  • Letto 1197 volte
  • Stampa
  • Email
  • Stai ascoltando:

Orticola, una storia di prestigio dal 1865 Promuovere il verde e tutte le attività ad esso connesse

Una antica immagine di nobili appassionati di giardini in via Palestro
Nella foto: Una antica immagine di nobili appassionati di giardini in via Palestro Crediti: Terrestria Sidera Flores", Storia della Società Orticola di Lombardia

Orticola è una delle più antiche istituzioni dedite al giardino e all’orticoltura. Non tutti sanno, infatti, che l’origine di questa prestigiosa associazione risale al 16 dicembre 1865 quando, un gruppo di giovani appassionati – all’inizio centocinquanta – si riunisce con l’intento di promuovere il verde e tutte le attività ad esso connesse: tra loro l’industriale lombardo Egidio Gavazzi, il conte Francesco Pertusati e il principe Umberto di Savoia che l’anno dopo ne diventa presidente onorario.

Orticolini in gitaBen undici anni prima della nascita della Società Orticola di Lombardia, lo stesso nucleo di milanesi si era ritrovato con lo scopo di scambiarsi notizie e cognizioni su fiori, piante, bellezze naturali e fondare un periodico, “I Giardini”, per diffondere l’interesse per la botanica o, meglio, per far conoscere il gusto per il giardinaggio.

Terrestria Sidera Flores - Storia della Società Orticola di LombardiaNello statuto di Orticola vengono affermati i principi di una missione che ancora oggi è attualissima e cioè – tra le altre cose – “di promuovere e favorire il progresso dell’Orticoltura, e il perfezionamento di ogni ramo di Scienza o d’Industria ad essa attinente”. Ma anche “di diffondere le cognizioni dei metodi orticoli, l’acclimatazione dei vegetali di maggior utilità ed ornamento, riservandosi all’uopo di fondare anche un proprio giornale” e “di istituire pubbliche esposizioni di prodotti, strumenti e meccanismi d’orticoltura e di oggetti d’ornamento di giardino, in determinate epoche dell’anno con premi ed incoraggiamenti sia di medaglie d’onore, che di danaro od altro”. Senza dimenticare “di conferire premi o menzioni onorevoli al l’introduttori e applicatori di nuovi vegetali o sistemi di coltivazione veramente utili, nonché alli autori di opere didattiche relative all’orticoltura”.

LA PRIMA MOSTRA Nel 1866, per la precisione il 5 aprile, si svolge la prima Mostra Orticola ai Giardini Pubblici di via Palestro. Onorata dalla presenza della duchessa di Genova, si inaugura nel salone di Palazzo Dugnani ai Giardini Pubblici di via Palestro. I vivaisti di quell’epoca sono, naturalmente, i giardinieri delle più importanti ville patrizie, non essendo ancora nata la figura professionale del floricultore: appassionati, sperimentano spesso nuove varietà di fiori o frutti e vengono premiati per i loro meriti. Da lì in poi si diffondono le Esposizioni Orticole, per aggiornare i cittadini sulle nuove specie botaniche in voga oltralpe.

Sono state tante le tappe importanti di questa prestigiosa istituzione dedita al giardinaggio, alla ricerca botanica e alla diffusione della cultura del verde, oggi come da sempre, Orticola di Lombardia è un’associazione senza fine di lucro, che opera a favore della comunità milanese attraverso iniziative socio culturali e progetti finanziati grazie ai ricavi della Mostra mercato Orticola.

Per approfondire la storia di Orticola è possibile aquistare il libro "Terrestria Sidera Flores", Storia della Società Orticola di Lombardia.

Potete visitare anche il sito istituzionale dell'associazione

“Terrestria Sidera Flores” Storia della Società Orticola di Lombardia

Attenzione! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie per alcune delle sue funzionalità
Controlla i nostri Termini di utilizzo e privacy per maggiori informazioni.