Menu

Seguici sui nostri canali social

Facebook Twitter Google+ Instagram
Luna nuova

domenica, 23 luglio 2017

Le piante prendono decisioni. Anche difficili Dolcemente complicate

Le piante prendono decisioni. Anche difficili

Anche le piante prendono le loro decisioni, alcune volte molto importanti e sofferte.

Lo studio è stato condotto dall’Università di Gottingen con il prezioso aiuto di un gruppo di scienziati dell'Helmholtz Centre For Environmental Research, dal quale è emerso che la Berberis vulgaris e la Mahonia Aquifolium sono capaci di abortire i propri semi per sfuggire agli attacchi dei parassiti. Queste piante sono infatti preda dei tefritidi, le cui larve finiscono per nutrirsi dei semi della pianta.

Il risultato rappresenta la prima prova ecologica di un comportamento complesso nelle piante.

Ma c’è di più. Gli scienziati individuano in questa specie una memoria strutturale che consente loro di esaminare e valutare condizioni interne ed esterne e prendere così -di conseguenza- questo tipo di decisioni.

Il mondo vegetale conferma sempre di più di avere un’anima. Se il famoso studio del Wisconsin dimostra che Mozart aumenta la produzione di latte nelle mucche che lo ascoltano, così c’è una prova empirica seguita dal medico e psichiatra Rolando Benenzon, autorità mondiale in materia di musicoterapia.

L’esperimento Un contadino dell'Illinois (Usa) piantò due serre che si trovavano nelle stesse condizioni di fertilità, umidità e temperatura, gli stessi semi; in una applicò degli altoparlanti che diffondevano musica 24 ore su 24. Dopo un certo periodo si accorse che nella serra dove era diffusa la musica il mais era germogliato più rapidamente, il peso della pannocchie era maggiore e che il quoziente di fertilità del terreno era aumentato; le piante più vicine agli altoparlanti erano rovinate per effetto della vibrazione sonora.

Musica & Piante, il Canada insegna Ora in Canada si utilizza la musica per le colture. E’ emerso non soltanto che le note fanno sviluppare meglio le piante ma le vibrazioni sonore sono in grado di distruggere un particolare microrganismo parassita che attacca il mais.

Attenzione! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie per alcune delle sue funzionalità
Controlla i nostri Termini di utilizzo e privacy per maggiori informazioni.