Menu

Seguici sui nostri canali social

Facebook Twitter Google+ Instagram
Luna crescente

domenica, 25 giugno 2017

Riportiamo le farfalle in città con Eugea A Palermo l'entomologo Accinelli

Effetto farfalla è il progetto di Eugea per riportare le farfalle nelle città con dei corridoi ecologici
Nella foto: Effetto farfalla è il progetto di Eugea per riportare le farfalle nelle città con dei corridoi ecologici Crediti: Captainkimo.com

Anche nei giardini di città, negli spazi verdi messi alle strette dal cemento o sulle terrazze dei palazzoni c’è Natura. Perché la Natura, anche se così grande può svelarsi nei gesti e nei luoghi più piccoli come i Giardini di Eugea, spin off dell’Università di Bologna, costituita da alcuni ricercatori del gruppo di ecologia applicata.

Nel video: Il servizio del TG2 Costume sul progetto di Eugea Crediti: Eugea Channel

Il team di Eugea diffonde la cultura del verde urbano e crede che anche in città ci sia spazio per la natura, per questo motivo si impegna nella salvaguardia dell’Ambiente attraverso la divulgazione di pratiche ecologiche innovative e l’utilizzo di prodotti ecosostenibili. L’entomologo Gianumberto Accinelli, fondatore di Eugea, gira l’Italia per far conoscere i diversi progetti portati avanti dal suo team e martedì 13 maggio – alle 15.30 - sarà a Palermo per parlare di Effetto Farfalla, un progetto di ecologia urbana che consiste nel riportare le farfalle in città attirandole con specifici fiori e piante.

IL RITORNO DELLE FARFALLE Da alcuni anni le farfalle cercano di colonizzare le aree verdi delle città, ma i fiori e le piante di cui si nutrono scarseggiano. L’idea di Eugea è quella di disseminare allora balconi, terrazzi, giardini, aiuole di fiori e piccole piante adatti alle farfalle, creando così corridoi per farfalle, che colleghino i parchi ai bordi della città, le aree verdi pubbliche e private della città. Le farfalle li percorreranno ogni anno, da aprile a novembre. Per mettere in pratica questa meraviglia della Natura anche a Palermo i vivai Lo Porto hanno realizzato insieme con gli studenti del Liceo De Cosmi del capoluogo palermitano “La Cassetta delle meraviglie”, un kit di giardinaggio per i più piccoli che consente di avere fiori e piante sul proprio balcone per rendere più e belle e colorata la propria città.

Il logo di EugeaCORRIDOI AMICI Ogni giardino e ogni spazio verde per quanto piccolo, può costituire un'oasi dove le farfalle possono nutrirsi, riprodursi o sostare nei loro spostamenti. È sufficiente che abbia piante adatte. Se questa oasi è soleggiata per parte della giornata, sarà più gradita alle farfalle. Un'oasi a misura di farfalla deve avere le piante adatte alla nutrizione dei bruchi, dette piante nutrici, sulle quali le farfalle deporranno le uova e sulle quali nasceranno quindi i bruchi che si nutriranno della pianta stessa. I bruchi sono piuttosto selettivi, cioè bruchi di farfalle di specie diverse hanno bisogno di piante nutrici diverse. Quindi, a grande varietà di piante nutrici corrisponderà una grande varietà di farfalle; proprio quello che osserviamo nei prati naturali ai bordi dei boschi e che non vediamo nei campi coltivati a monocultura.Tutti possiamo cominciare da domani a rendere la vita più semplice alla farfalle e a rendere più colorata ogni porzione di città e di vita. Il cemento può essere battuto con la bellezza, d’altronde “Quello che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla”. Per saperne di più visitate il sito del progetto Effetto Farfalla

E il sito di Eugea per conoscere le loro bellissime idee e i prodotti di divulgazione ecologica

E non mancate all’appuntamento di martedì 13 maggio ai vivai Lo Porto di Palermo.

Potete anche rimanere informati per conoscere Eugea e il professore Accinelli seguendo i diversi appuntamenti lungo lo stivale sul profilo FB di Eugea

 

Riportiamo le farfalle in città con Eugea

Date evento: 13/05 (singola data)
Luogo: Ai vivai Lo Porto di Palermo

Junio Tumbarello

Direttore responsabile

La chiave della felicità risiede in un giardino. Con Vivaitaliani sto cercando di conciliare la mia esperienza nel campo della Rete e dei contenuti con la mia passione per la Terra. "Un uomo, d'altronde, ha bisogno di aria, di mare, di vento e di sole" mi ha detto un tizio conosciuto sul Cammino di Santiago che prima lavorava triste tra le quattro mura di un ufficio e ora è il guardia-parco più felice di Spagna. Mi piacerebbe seguire il suo esempio, d'altronde sono un giornalista professionista che ha sempre voluto fare il giardiniere. Ogni giorno mi dedico al mio orto biologico, ad un piccolo pollaio, ai miei due fedeli labrador, Puck e Othello, e a cinque fantagatti nella regal contea di Fantabosco.

Sito web: about.me/miocarobru

Attenzione! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie per alcune delle sue funzionalità
Controlla i nostri Termini di utilizzo e privacy per maggiori informazioni.