Menu

Seguici sui nostri canali social

Facebook Twitter Google+ Instagram
Luna nuova

domenica, 26 marzo 2017

A Como un concerto viennese di verdure Il 17 aprile si esibisce la Vegetable Orchestra

I dodici componenti della Vegetable Orchestra mentre creano gli strumenti
Nella foto: I dodici componenti della Vegetable Orchestra mentre creano gli strumenti Crediti: Zoe

A Como, al Teatro Sociale As.li.co, il 17 aprile alle 20.30 è in programma il concerto di un'orchestra unica al mondo che ha fatto delle verdure fresche il suo cavallo di battaglia. Si tratta di una decina di intrepidi viennesi che sceglie scrupolosamente zucche e zucchine, cavoli e carote, sedani e porri, cipolle e carciofi, percuotendole e ‘auscultandole’.

Nel video: I musicisti intenti a scegliere i loro strumenti Crediti: Vegetable Orchestra

Le verdure diventano quindi veri e propri strumenti, croccanti e trasparenti, scuri ed ipnotici, squillanti e funky: una grande orchestra biodegradabile davvero originale, alla ricerca di un universo di suoni e rumori insoliti. Fondata a Vienna, la Vegetable Orchestra, che si esibisce in tutto il mondo, sperimenta e fonde stili musicali diversissimi, dalla musica contemporanea all’elettronica sperimentale, dal free jazz, noise, dub alla world music.

MINESTRONE Al termine del concerto e della video performance, i musicisti offriranno al pubblico una gustosa zuppa di verdura fresca, cucinata con gli strumenti musicali.

BIOGRAFIA Unica al mondo, la Vegetable Orchestra si esibisce su strumenti propri, fatti interamente di verdura fresca. La Vegetable Orchestra ha sede a Vienna ed è stata fondata nel 1998; conta 12 musicisti, un ingegnere del suono e un video/light designer.

La formazione si è esibita ormai in tutta Europa e in Asia, e da sempre si dedica anche a workshop sulla realizzazione di questi particolari strumenti e sugli aspetti del suono che li riguardano. L’utilizzo di ogni diverso tipo di vegetale crea infatti un universo sonoro musicalmente ed esteticamente unico.

The Vegetable OrchestraNon ci sono barriere o restrizioni di alcun tipo nelle scelte musicali della Vegetable Orchestra. Gli stili più diversi sono qui fusi – musica contemporanea, beat-oriented House, Electtronica speriamentale, Free Jazz, Noise, Dub, Clicks’n’Cuts – il loro focus è andato sempre espandendosi, permettendo recentemente di sviluppare nuovi suoni ed effetti, grazie agli strumenti vegetali.

Ogni membro della Vegetable Orchestra ha voce in capitolo relativamente alle scelte musicali, estetiche e tecniche. L’ensemble è un mix di artisti con differenti provenienze artistiche (musicisti, visual art, architetti, designer, media artist, scrittori, poeti) che si sono trovati in questo progetto.

La continua ricerca e lo studio della performance grazie agli strumenti vegetali è parte centrale dell’attività dell’Orchestra, in questo senso il personale background di ogni componente dell’ensemble portato all’interno del progetto è di vitale importanza e la varietà del tipo di approccio creativo assicura l’autonomia artistica di questo gruppo davvero unico.

Un concerto della Vegetable Orchestra poi, coinvolge in tutti i sensi: alla fine del concerto e della video performance viene offerta al pubblico una zuppa di verdura fresca fatta con gli strumenti utilizzati, poiché costruiti ad hoc per ogni spettacolo.

SPETTACOLO + ZUPPA = 20 euro -  Il sito del teatro: teatrosocialecomo.it

Per saperne di più visitate il sito dell'orchestra www.vegetableorchestra.org

BIGLIETTERIA
Piazza Verdi, 22100 Como
Orari:
dal martedì al venerdì, ore 13.00 – 18.00
Sabato, ore 10.00 – 13.00
Tel. +39. 031.270170
Fax +39. 031.271472
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Junio Tumbarello

Direttore responsabile

La chiave della felicità risiede in un giardino. Con Vivaitaliani sto cercando di conciliare la mia esperienza nel campo della Rete e dei contenuti con la mia passione per la Terra. "Un uomo, d'altronde, ha bisogno di aria, di mare, di vento e di sole" mi ha detto un tizio conosciuto sul Cammino di Santiago che prima lavorava triste tra le quattro mura di un ufficio e ora è il guardia-parco più felice di Spagna. Mi piacerebbe seguire il suo esempio, d'altronde sono un giornalista professionista che ha sempre voluto fare il giardiniere. Ogni giorno mi dedico al mio orto biologico, ad un piccolo pollaio, ai miei due fedeli labrador, Puck e Othello, e a cinque fantagatti nella regal contea di Fantabosco.

Sito web: about.me/miocarobru

Attenzione! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie per alcune delle sue funzionalità
Controlla i nostri Termini di utilizzo e privacy per maggiori informazioni.