Menu

Seguici sui nostri canali social

Facebook Twitter Google+ Instagram
Luna nuova

mercoledì, 26 aprile 2017

La notte della Civetta, escursioni
in tutta Italia Anche in Sicilia l'11 marzo tutti insieme per ammirare stelle e rapaci

11 marzo in tutta Italia, la notte della Civetta
Nella foto: 11 marzo in tutta Italia, la notte della Civetta Crediti: Wikipedia

C’è chi oggi crede che porti sfortuna, diversamente dagli antichi greci che ne associavano la figura alla dea Athena - da cui infatti deriva il suo nome latino di specie Athene noctua – e la reputavano di buon auspicio. La civetta e i suoi significati simbolici hanno da sempre avuto un posto di tutto rispetto nell’immaginario di registi, scrittori e letterati (come nell’Enrico VI di Shakespeare, i cui versi hanno ispirato Sciascia per il titolo di una delle sue opere più note) e ancora oggi affascina grandi e piccini. Se non l’avete mai vista di pissona pissonalmente o voleste regalare quest’emozione ai vostri figli, sabato 11 marzo è proprio la “Notte della Civetta”: un evento nato nel 1995 in Francia, da un’idea di Jean Claude Genot e portata in Italia da Marco Mastrorilli, nel 2001.

Nel corso delle scorse edizioni italiane (la prima volta nel Belpaese si svolse nel 2003) sono stati superati i 7000 mila partecipanti con il record di oltre 2500 nell’edizione del 2011.
Un appuntamento che giunge quest’anno alla dodicesima edizione e che sta raccogliendo grandi favori da parte di un pubblico sempre entusiasta. La Notte della Civetta si svolge con cadenza biennale e si prefigge di divulgare aspetti etologici non solo questo piccolo e simpatico predatore ma per tutto il vasto universo dei rapaci notturni.
Oltre cinquantamila persone nella stessa notte ogni due anni si ritrovano ad ascoltare gufi e civette: il frutto di uscite svolte in vari paesi europei, tra cui Francia, Belgio, Olanda, Germania, Svizzera e naturalmente l’Italia.
Il grande fascino di questo avvenimento è insito nel momento di partecipazione comune; in questa serata, sotto il medesimo cielo stellato decine di migliaia di persone conosceranno (e per molti sarà la prima volta) il mondo segreto ed affascinante dei gufi e delle civette.
Quest’anno l’evento, giunto alla dodicesima edizione grazie alla collaborazione di EBN Italia e Gruppo Italiano Civette, si ripropone per sabato 11 marzo 2017.

In Sicilia a Cammarata (AG) una notte dedicata ai rapaci dal taglio formativo-divulgativo, con una sezione laboratoriale per i più piccoli

SICILIA - Come avrete appena letto anche in Sicilia, a Cammarata, in provincia di Agrigento, l’Associazione OROS, in sinergia con l’Associazione Riportiamo alla Luce, quest’anno aderisce all’evento con una serata dedicata alla scoperta dei rapaci notturni. Il programma, avrà un taglio formativo-divulgativo e laboratoriale per i più piccoli; si articolerà in una parte teorica e una sul campo a partire dalle ore 17.
Ma vediamo nel dettaglio quali attività vocate ai più piccini (ma che incuriosiranno anche i più grandi presenti all'appuntamento) si svolgeranno: una panoramica sui rapaci notturni (chi sono, come riconoscerli, l’alimentazione, le borre, i canti), un laboratorio per i più piccoli, e naturalmente un’uscita sul campo owl-watching con metodo del playback (l’escursione è limitata a 25 partecipanti) e infine una degustazione. L’appuntamento è per sabato 11 marzo 2017 alle 17 in piazza Santa Maria a Cammarata (Ag). Il costo degustazione è di 10 euro e per i bambini sotto i 10 anni la partecipazione è gratuita. La difficoltà dell’escursione in notturna è classificata come T (Turistica) e si gli istruttori consigliano di portare una torcia elettrica e abbigliamento pesante (giacca a vento, berretto, guanti). La prenotazione è obbligatoria inviando mail, entro e non oltre il 9 marzo 2017 a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. oppure un sms al numero 3466778346 indicando numero di partecipanti e recapito cellulare.

Alcuni esemplari di Athena noctua PIEMONTE - Oasi WWF Valmanera (Asti), CEA WWF Villa Paolina e la LIPU di Tigliole organizza una giornata ricca di eventi. Alle ore 18 Luca Calcagno (Lipu di Asti) presenta La Civetta, protagonista di questa serata; alle 19 si terranno liberazioni di rapaci notturni a cura del Centro recupero  animali selvatici Lipu di Tigliole. A seguire una cena vegetariana a buffet, a cura di CEA WWF Villa Paolina (20€ adulto e 10€ bambino). Alle 21 visita al Museo di Villa Paolina e passeggiata notturna nell’ Oasi WWF di Valmanera. info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o i seguenti numeri: 0141470269,3490767395.

EMILIA ROMAGNA - Villa Barattieri - Albarola di Vigolzone (Piacenza)  inizio ore 19.30 cena in una villa del Settecento, presentazione in anteprima nazionale del libro GUFI E POETI (Noctua Book edizioni), conferenza di Marco Mastrorilli; degustazione dei vini e visita notturna per ascoltare e vedere allocchi, civette e gufi durante la quale potrete ascoltare i canti con l'ausilio anche di parabole e speciali strumenti per vivere al meglio l'uscita. Programma, info e prenotazione scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o al cell 3407634208.

LOMBARDIA - R.N.O. La Fagiana, Pontevecchio di Magenta (Milano), escursione notturna in occasione della XII Notte Europea della civetta ritrovo alle ore 20. L’Associazione Naturalistica Codibugnolo propone una serata evento che si pone l’obiettivo di divulgare gli aspetti degli Strigiformi (rapaci notturni). Per info e prenotazioni: 333.2648723 (Daniela) 347.8823023 (Roberta) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per saperne di più visita il sito del Gruppo Italiano delle Civette qui

Salva

Salva

La notte della Civetta, escursioni in tutta Italia

Date evento: dal 11/03 al 11/03
Luogo: Cammarata Agrigento

Junio Tumbarello

Direttore responsabile

La chiave della felicità risiede in un giardino. Con Vivaitaliani sto cercando di conciliare la mia esperienza nel campo della Rete e dei contenuti con la mia passione per la Terra. "Un uomo, d'altronde, ha bisogno di aria, di mare, di vento e di sole" mi ha detto un tizio conosciuto sul Cammino di Santiago che prima lavorava triste tra le quattro mura di un ufficio e ora è il guardia-parco più felice di Spagna. Mi piacerebbe seguire il suo esempio, d'altronde sono un giornalista professionista che ha sempre voluto fare il giardiniere. Ogni giorno mi dedico al mio orto biologico, ad un piccolo pollaio, ai miei due fedeli labrador, Puck e Othello, e a cinque fantagatti nella regal contea di Fantabosco.

Sito web: about.me/miocarobru

Attenzione! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza cookie per alcune delle sue funzionalità
Controlla i nostri Termini di utilizzo e privacy per maggiori informazioni.